Mastoplastica additiva

Mastoplastica additiva

La mastoplastica additiva è l’intervento di chirurgia estetica maggiorante richiesto; la motivazione è da ricercare nella valenza individuale e sociale che si attribuisce al seno della donna: fortemente associato alla procreazione e all’allattamento – unica vera funzione della mammella – il seno è simbolo di femminilità e fertilità e svolge un ruolo di richiamo sessuale. è quindi evidente il motivo per cui una donna con un seno eccessivamente piccolo o svuotato possa percepire il proprio corpo come carente di qualcosa e sviluppare insicurezze e frustrazioni.

La mastoplastica additiva è un operazione chirurgica che garantisce risultati sicuri e naturali; grazie all’utilizzo di protesi di ultima generazione e all’alta personalizzazione dell’intervento soddisfa efficacemente il desiderio di un seno più grande, ma senza trascurare le caratteristiche fisiche della paziente. Ne parla il dott. Gaetano Perna, medico e chirurgo estetico.

Dott. Perna, in cosa consiste l’operazione di mastoplastica additiva e, soprattutto, è un intervento sicuro?

La mastoplastica additiva è un intervento ormai collaudato e sicuro; se eseguito con professionalità e impiego di materiali di qualità, ingrandisce e rinvigorisce il seno, rispettando la naturalezza e l’armonia di ogni paziente.

Attaverso una piccola incisione periareolare (lungo il margine dell’areola del capezzolo), il chirurgo inserisce una protesi sotto il tessuto del seno o sotto il muscolo pettorale (in base alla corporatura e al tipo di tessuti della paziente), posizionandola all’interno di una tasca creata chirurgicamente.

Inserita la protesi si procede alla sutura dell’incisione e alla medicazione della parte interessata.

Nessuna fasciatura compressiva?

No, non è più necessario. Oggi le modalità d’intervento comportano lesioni della zona minime; è quindi possibile indossare subito un reggiseno adatto.

Dove avviene l’intervento?

In clinica; infatti nessuna struttura privata o ambulatoriale può garantire la sicurezza e la buona riuscita dell’intervento.

L’intervento si effettua in anestesia locale o generale?

In anestesia generale. Infatti l’anestesia locale causerebbe fastidi e rischi alla paziente.

Cosa aspettarsi dal post operatorio?

Ovviamente, i primi giorni, la paziente presenterà i piccoli fastidi di ogni post operatorio (stanchezza, gonfiore della zona interessata, intorpidimento). Nei giorni seguenti sarà necessario recarsi dal medico per effettuare le dovute medicazioni e concordare una terapia che contrasti ogni possibile rischio. è fondamentale, in questa fase, che la paziente segua alla lettera ogni indicazione del medico.

Quindi, dopo l’intervento sono necessarie delle cure specifiche?

Precedentemente, a causa delle caratteristiche delle protesi, era possibile che si costituisse un tessuto cicatriziale eccessivo attorno alla protesi stessa, con conseguente dolore e indurimento del seno; ciò comportavano una successiva rimozione e sostituzione della protesi. Differetemente, le protesi di ultima generazione hanno quasi del tutto annullato tale possibilità. Tuttavia è sempre corretto che il chirurgo segua la paziente nel post operatorio, prescrivendo terapie adeguate (laser terapia, massaggi) che prevengano l’insorgere di tali inconvenienti.

E le cicatrici?

Trattandosi di piccole incisioni lungo il margine dell’areola, le cicatrici saranno pressoché impercettibili, inoltre tecniche di sutura adeguate garantiranno cicatrici piane e nascoste.

La mastoplastica additiva può causare problemi per l’allattamento?

Assolutamente no. Durante l’operazione di mastoplastica additiva, infatti, i dotti galattofori e la parte ghiandolare del seno non vengono interessati e le protesi sono posizionate dietro il grasso mammario, non compromettendo l’allattamento.

Come mai certe volte il risultato della mastoplastica additiva non risulta naturale?

Ci possono essere molti fattori: protesi scadenti, inesperienza del medico, inadeguata valutazione del fisico della paziente…

Quali sono i fattori determinanti della buona riuscita dell’intervento di mastoplastica additiva?

Prima di tutto è fondamentale che le protesi utilizzate siano di ottima qualità, poi che vengano posizionate correttamente; è ovvio che ciò non può prescindere dall’abilità e dal senso etico del chirurgo a cui ci si rivolge.

Come sincerarsi che le protesi siano di buona qualità?

Prima dell’intervento il chirurgo è tenuto a informare la paziente su ogni dettaglio dell’operazione e a metter per iscritto tali informazioni; tra queste non dovrà mancare il tipo e il numero identificativo delle protesi che verranno utilizzate.

SE HAI ALTRE DOMANDE SULLA mastoplastica additiva SCRIVI AL DOTTOR PERNA O COMPILA IL FORUM QUI ACCANTO. SE PREFERISCI PRENOTARE UNA VISITA DI CONTROLLO GRATUITA, CHIAMA LO 095 551468 OPPERE IL NUMERO 329 3652242.

Contattaci

Puoi contattarci nel modo che preferisci: per telefono, durante gli orari di ufficio, oppure compilando il modulo di contatto. 

Rispondiamo a tutti entro 24 ore lavorative.

Come contattarci:

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Compila il form o chiama allo 095 551468

Nome

La tua email (richiesto)

Indica il tuo numero di telefono e ti ricontatteremo (richiesto)

Descrivi il tuo problema

Antispam: Inserisci queste lettere captcha
in questo campo: